Una tranquilla domenica di paura all’Ikea

Domenica scorsa Pestifera & Baffetto hanno deciso di imbarcarsi in un’impresa impossibile: andare all’Ikea.

Ike a e domenica : due parole che messe vicine significano terrore e raccapriccio.

Due concetti che dovrebbero far suonare un campanello d’allarme appena pronunciate e che dovrebbero scoraggiare anche i più coraggiosi.

Due termini che i vostri due eroi hanno deciso di ignorare, intraprendendo lo stesso questa folle avventura.

Ma non perché siano masochisti dentro, bensì perché non avendo ancora vinto al Superenalotto e non passando le loro giornate a cotonare tarantole, era un po’ l’unico giorno utile per andare a fare acquisti.

L’oggetto del desiderio era il fantasmagorico BRIMNES: letto divano (guai a chi lo chiama divano letto, chè la differenza è sostanziale, eh!!! ) che consentirà alla Regal Famiglia di dormire sonni sereni e comodi, sostituendo le attuali brandine.

Sveglia impostata su: orario illegale per alzarsi la domenica, i due baldi giuovani si sono quindi avviati verso l’Ikea, mentre la Pestifera continuava a blaterare: “Eheheheh, vedrai come ci eviteremo le code andando a quest’ora! Saranno ancora tutti a dormire o a Messa!!”.

La fagiolo-mobile ha dunque varcato i Cancelli della Morte alle ore 9.58, mentre sul piazzale già brulicava una moltitudine di avventori che, evidentemente, aveva avuto la stessa idea dei due eroi. Si sono quindi pazientemente incolonnati nella coda per il parcheggio, tra i primi agguerritissimi clacson e la prima isteria del mattino.

Nota bene: l’Ikea la domenica apre alle 9.

Cercando un posticino dove sistemare l’auto hanno anche incontrato Gandalf che ha urlato loro“Fuggite, sciocchi!!”, ma loro niente, hanno ignorato l’avvertimento e hanno proseguito, allegri e giulivi verso il Male.

Una volta entrati sono stati inghiottiti dalla massa: un unico groviglio di persone che procedeva alla velocità delle mucche al pascolo e dotato di almeno: un sacchettone giallo, un carrellino con cui colpirti ripetutamente i garretti e un bambino urlante.

Zigzagando tra milioni di candele profumate, emergendo dai divani per fare prima, sgusciando con la rapidità e la fluidità di due ninja, la gianduiotta e Baffetto sono quindi arrivati alla méta: il picking dei mobili.

Qui hanno constatato che il simpatico Brimnes pesava solo 80 kg, ma fortunatamente era diviso in 3 colli. Scongiurato quindi il pericolo di sfondare il tettuccio della fagiolo mobile, ritrovandosi direttamente il letto divano sulle gengive. Son soddisfazioni!

Ma la parte più difficile doveva ancora venire!

Dopo aver pagato, infatti, è giunto il fastidioso momento di caricare il bolide sul tettuccio della macchina: un’impresa titanica che la Pestifera ha condito con il suo solito ottimismo “Non ce la faremo mai. Ci verrà una doppia ernia rovescia. Ci cadrà. Moriremo tuttiiiii!!!”.

E invece, a dispetto delle aspettative e con buona pace delle loro vertebre, i due virgulti ce l’hanno fatta. E persino al primo tentativo!

Si sono perciò avviati verso casa, sormontati da un impalcatura lunga due metri che cigolava pericolosamente ad ogni minimo sobbalzo della strada. Hanno superato decine di soprapassi, imboccato centinaia di svincoli a 360 gradi, fatto qualche curva su due ruote e tutto sembrava procedere al meglio.
Finchè….

Finchè a metà strada un vile “sdoink” è giunto a minare la sicumera dei due eroi.

Cosa è stato? Da dove è venuto? Chi è? Perché? Dov’è??

Alla prima piazzola disponibile si sono fermati e hanno tristemente constatato che una delle cordicelle elastiche con cui avevano fissato Il Mostro al portapacchi aveva ceduto e penzolava desolatamente da un lato.

La Pestifera ha intonato un coro di pessimismo, mentre il prode Baffetto ha risolto brillantemente la situazione con una corda (non elastica) con cui ha avviluppato il mobilone come una soppressa.

Sono potuti così ripartire verso casa e alla fine tutto è andato per il meglio.

Senonchè…

Senonchè i mobili Ikea presentano il solito annoso problema: il montaggio.

E qui immaginate un sottofondo da film del terrore  che fa

TA DA DA DAAAAAAAAAAAAAAAAAAAN

 

Sappiate che il fottuto letto divano ha richiesto ben 5 e, ripeto, CINQUE ore di sudato lavoro.

Un tripudio di viti e vitine, tassellini e tassellotti, svita di qui e avvita di là.

Roba che la Pestifera ancora stanotte si è sognata le brugole assassine.

Però, tutto sommato, tutto considerato, il Brimnes è proprio bello.

Così bianco, così candido, così cassettoso ed espandibile.

Peccato ci si ancora un armadio da montare. Ma questo, per favore, non fatelo sapere alla gianduiotta!

 

16 Responses to Una tranquilla domenica di paura all’Ikea

  1. Un cortometraggio, voglio un cortometraggio! :-D

  2. Ciccola says:

    Armadio 4 ante HOPEN con cassettiera interna (6 cassetti, ripeto 6). Bellino, eh. Ma ancora adesso mi chiedo chi me lo ha fatto fare!

    Ikea vade retro!! (Specialmente la domenica mattina :) )

  3. Tiziana says:

    ah ah ad un certo punto mi sei sembrata un po’ Bersani/Crozza quando dici -si vabè ma non siamo mica qui a cotonare le tarantole- ah ah ma come ti vengono, dico io. Anche abbinare i termini sabato=Ikea aaaaahhhh fa rabbrividire, non lo farò mai più (anche se dire mai…). Sembra più un’avventura fantozziana invece che un’avventura negana :) ma si sa, il bello dell’Ikea è anche questo. Devo andare sul sito a vedere com’è il Brimnes, mi hai incuriosita. Ciaooo

  4. antonella says:

    A messa? Nemmeno qui in Irlanda puoi contare su una cosa del genere… figuriamoci in Italia!
    Ahhh Brimnes il daybed! Quando la prima volta me ne ha parlato una mia amica norvegese io proprio non riuscivo ad immaginarmelo. Sembra che li nell’estremo nord sia molto comune avere un daybed in salotto!

  5. Clyo says:

    mmmm… che brutte cose! Anche noi una volta abbiamo deciso di andare all’Ikea (per una cavolatina per altro) e DOPO ci siamo accorti che era domenica! Due volpi, proprio.

  6. Carla says:

    agahahaha vi dovete filmare quando fate ste cose! foto foto del divano!

  7. automaticjoy says:

    Ma in fondo tutto è bene quel che finisce bene, no? Questa è stata una gran prova di amore nei confronti della Regal Famiglia, che dovrà per forza sdebitarsi a furia di camion pieni di gianduiotti e manicaretti di ogni tipo alla prossima visita! ;)

  8. AnnMeri says:

    Conscia della calca, la domenica evito come la peste l’Ikea…Siete stati coraggiosi!!!

  9. Acalia says:

    All’IKEA ho preso la libreria, la seggiola del computer e la scrivania. Alla fine dell’opera di trasporto e montaggio avevo una scatola di brugole assortite (di cui non so più esattamente cosa farmene ma che tengo da parte “Non si sa mai se si allenta qualcosa”) XD

  10. Marica says:

    sono troppo belli i tuoi post! ;-)

  11. Andrea says:

    io non ebbi la stessa fortuna (e lo stesso pessimismo) e infatti il mio divano in macchina non entrò proprio. Il tutto in orario di chiusura.

  12. Daniela says:

    Leggere il tuo post mi ha ricordato la terribile verità: devo andare all’Ikea anche io… :(
    Cercherò di evitare domenica, anche se pure qui non è che si abbia molto da scegliere.
    Comunque bello il letto divano! Mi piace!

    Ciauuuu!!

  13. Carla says:

    :) Complimenti per il post molto divertente! Ci sono arrivata cercando dei pareri sul letto divano Brimnes. Posto che non è assolutamente un divano letto ma semmai un letto divano (!) mi chiedevo se come DIVANO è comodo (mettendoci dei cuscinoni dietro ovviamente) oppure se ti sega le gambe, essendo più alto di un divano normale. Un parere è gradito! Ciao!

  14. online says:

    Thanks for this article. I’d also like to convey that it can always be hard if you find yourself in school and starting out to initiate a long history of credit. There are many college students who are only trying to live and have long or good credit history can often be a difficult thing to have.

  15. viagra says:

    Whats The Street Price For Your browser does not support our Online Store.

  16. cheap_cialis says:

    for daily use price, cialis non prescription .

Leave a Reply to Clyo Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: