>AltiZZimi, PuriZZimi, IncriccatiZZimi – Cibiana di Cadore e Monte Rite

>

Eh insomma, sabato Lady P. e Baffetto sono andati in gita. Loro compagno d’avventura il caro Marco che gli ha fatto conoscere posti belliZZimi, ma sopratutto li ha sopportati tutto il giorno (mica semplice!).
Prima tappa della gita, dopo una doverosa colazione a base di cornetto e cappuccino, è stato il paese di Cibiana di Cadore dove i nostri eroi hanno gironzolato per le antiche vie del borgo, osservando curiosi i murales dipinti sulle case.
Murales inquietante
Dapprima hanno fatto la conoscenza di questi due inquietanti figuri: la figura della signora sulla destra è particolarmente allarmante, ma anche il signore al primo piano non scherza!
Poi hanno incontrato questa simpatica bottega dipinta, dove la gianduiotta è rimasta particolarmente colpita dal gattone appostato di fianco al mastello delle olive.

Proseguendo hanno incrociato un altro gatto, questa volta vero, che per una frazione di secondo è rimasto immobile, consentendo alla Pestifera di immortalarlo. Eccolo, prima che spicchi un balzo e si involi verso la finestra di casa sua.
Poi è stata la volta del murales religioso, un po’ impressionista.
E poi un altro con degli inquilini piuttosto strambi che Lady P. ha fotografato non come protagonista, bensì come sfondo alla chiesetta del borgo.


Alzando gli occhi verso il cielo questi sono i panorami che riempiono gli occhi

e non può mancare l’ennesimo campanile che si staglia tra il blu del cielo e le nuvole che sembrano di panna.

Dopo pranzo l’allegra brigata si è trasferita qualche curva più su, alla partenza della navetta che porta a 2200 mt sul Monte Rite. Qui, dove osano solo le aquile e i più valorosi, si trova anche il Museo delle Nuvole  che, modestamente, è il museo più alto d’Europa.

Dopo 15 minuti di sterrato a strampiombo sulla valle (che persino i camosci hanno le zampe che fanno “giacomo giacomo” quando zompettano per di lì) si arriva in cima e davvero si ha la sensazione di essere sul tetto del mondo. Lady P., assai felice di aver scelto il sedile centrale sulla jeep dal quale non poteva rendersi conto della strampiombità del percorso, ricorda di aver pronunciato le seguenti parole: “Più in alto, nessuno”.

Perchè si sa che a lei la pomposità non piace affatto.

Arietta frizzantina e sole terso, la Gianduiotta non ha potuto esimersi dallo scattare l’ennesima fotografia ai pennuti di turno.

Prego osservare l’espressione gongolante dell’omino teutonico, felice di cotanta composizione fotografica. Da notare altresì come sia del tutto ignaro della presenza pennuta che incombe alle sue spalle :D
Prima di visitare il Museo, i tre compagni di avventura hanno gironzolato lì intorno ammirando un altra fetta di panorama montano
Il paese nella valle
 e la gianduiotta è riuscita a fermarsi in tempo, prima che il suo piedone spiaccicasse una stella alpina. No dico, una stella alpina! Mai nella sua giovine vita la Pestifera ne aveva vista una! E ovviamente ha passato venti minuti alla ricerca della foto perfetta. 
Lady P. ci tiene a sottolineare che l’edelweiss è rimasta al suo posto, non si è mai nemmeno lontanamente sognata di raccoglierla
Ma solo a me sembra che le stelle alpine siano fatte di lana cotta? Mah…
Dopo cotanto incontro e cotanta emozione si è delineato di fronte ai nostri eroi il tetto del Museo che è quantomai curioso. Al posto delle vecchie torrette di guardia, infatti, sorgono tre strutture in vetro azzurro 

e il colpo d’occhio è decisamente interessante. 
Particolare della veduta dal tetto del Museo
All’uscita dal museo, che al momento ospita la mostra “cento anni di FREE SOLO” e che ha in esposizione quadri raffiguranti le Dolomiti e una collezione di Reinhold Messner, l’allegra combriccola si è trovata  dinnanzi uno spiacevole imprevisto: l’arrivo di un temporale che aveva tutta l’aria di essere particolarmente intenso.
La prima mezz’ora di discesa è stata caratterizzata dalla speranza di scampare la pioggia ma purtroppo l’acquazzone si è presentato puntuale e ha colto i tre eroi a meno di metà del percorso. Qui Lady Piemontesina ha potuto dar sfoggio di tutto il suo charme, indossando una pratica mantellina blu scuro da pioggia che la faceva sembrare un incrocio tra un sacchetto dell’umido e un terubotsu .
Inutile dire che ha passato la restante ora di discesa facendo “moan moan” e lamentandosi di quanto poco femminili e portabili siano tali mantelline.
Per fortuna il destino era dalla parte della giuovine piemontese e ha voluto che, durante il percorso, l’allegro gruppetto si imbattesse in un altra compagnia di camminatori di cui uno, attenzione attenzione, abbigliato con una mantellina di colore verde cimice! L’imbarazzo e la vergogna sono di colpo spariti dal viso contratto della pestifera e si è fatta strada una risata inarrestabile di fronte a cotanta visione. La ridarola è durata circa mezz’ora ed è valsa una serie di occhiatacce torve indirizzate a cotanta sfrontatezza.
Ahilei, la ridarola si è bruscamente interrotta quando, giunta finalmente al parcheggio delle auto, si è resa conto di non avere più due gambe e due caviglie, bensì due paracarri del peso di 120 kg ciascuno. Sono quindi tre giorni che si trascina per il mondo con una camminata rigida e sbilenca, accompagnata da un ghigno di dolore e da mugugni più o meno udibili ogni qualvolta deve effettuare anche piccoli movimenti.

La femminilità fatta persona. Strano che ancora nessun talent scout l’abbia contattata per fare la ragazza immagine di una nuova linea di comodini in radica….

Parola d’ordine: acido lattico. Magari la prossima volta un po’ di allenamento pre gita potrebbe essere una buona idea….
 

8 Responses to >AltiZZimi, PuriZZimi, IncriccatiZZimi – Cibiana di Cadore e Monte Rite

  1. Zion says:

    >ahah la foto del teutonico è da film horror…l'attimo prima della tragedia ;)
    La foto del gatto è un quadro. Ma sicuramente il gattone ti ha "lasciato fare" la foto, è una mera concessione…sai come sono i gatti?!?!?! ;) (brava!!!)

  2. Nega Fink-Nottle says:

    >@ Zion: ihihihihih :D Più la guardo, più mi fa ridere la sua espressione tutta goduta XD
    Sul gatto mi sa che hai ragione :D Era bellissimo *__* e credo anche morbidosissimo *___*
    Grazie per i complimenti! ^__^

  3. Ruggero says:

    >Parliamo anche di chi ha ceduto la sua preziosa mantellina, che farà anche sacchetto dell'umido ma è *impermeabile*, e ha ottenuto un ombrello con ben due, dico *due* stecche rotte!

    Ero bagnato come un pulcino, un pulcino con vicino una sacchettina dell'umido che fa _moan_ _moan_ ma è asciutta almeno!
    :P

  4. Nega Fink-Nottle says:

    >@ Rugg: guarda che l'accattonaggio coccole e tenerezza è puro appannaggio mio :P :D
    Ti sarò eternamente grata per la mantellina, ok?? Però anche tu senza il mio ombrello avresti fatto poco :D Tzè!

  5. Marica says:

    >OT: se ti va, mi scrivi a vitaasandiego@gmail.com ? vorrei chiederti un paio di cose su venezia :-)

  6. tiziana says:

    >Cara Micaela sono sparita per un po', rieccomi.
    Devo dire che è sempre un piacere venirti a trovare, se voglio un ambiente allegro, fresco, amicale, so che qui lo trovo di sicuro. Invidio le tue gite, sono tante e tutte bellissime, sarà che io amo la montagna (il mio baffetto meno) ma queste immagini le trovo fantastiche. Sai che hai proprio ragione, le stelle alpine sembrano di lana cotta. Ma poi i due paracarri, il talent scout per i comodini in radica….ma come ti vengono? Lo sai che sei la mia gianduiotta preferita? Un bacio…ah sono Tiziana mi è sparita l'immagine.

  7. Nega Fink-Nottle says:

    >@ Marica: fatto ;)

    @ Tiziana: bentornata!!!! Mi sei mancata!! ^__^ Ho pensato fossi in vacanza!
    Ti ringrazio tanto, sei sempre così gentile e piena di complimenti nei miei confronti!! E sono molto fiera di essere la tua gianduiotta preferita!!*__* Smack!

    P.s. Mi hai fatto venire in mente un'idea per un post! ;)

  8. buy_viagra says:

    Sexual Health for mental of which buy viagra nhs the commercial, sociocultural and risks.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: