>Andando ad Amsterdam (e Utrecht) ho notato che:

>

a)      il tempo cambia ogni 5 minuti circa e dimagrisci già solo per il fatto di toglierti e metterti continuamente la felpa
b)      le ragazze olandesi sono bellissime e non se la tirano affatto, anzi! Se gli sorridi, ricambiano con un sorriso aperto o addirittura ti sorridono per prime. E, diciamocelo, che una ragazza sorrida ad un’altra non è proprio scontatissimo dalle nostre parti.
c)      Gli olandesi sono ALTI. Fottutamente alti. E noi siamo bassi in confronto. Fottutamente bassi.
d)      Non importa quanto uno possa parlare bene l’inglese, sarà comunque taggato subito come italiano. Sarà per l’abbigliamento? Mah…
e)      Sui tram bisogna validare la tessera dei trasporti facendo sia il check-in, che il check-out
f)        Sottovalutare il venticello che spira ad Amsterdam è sbagliato e molto controproducente
g)      Partire per il nord credendo alle medie stagionali della temperatura lette su una guida turistica (anche se aggiornata a pochi mesi fa)  è sbagliato e controproducente.
h)      Il concetto di estate è puramente legato al calendario. Quindi partire per il nord Europa pensando che la loro “estività” equivalga, più o meno circa, alla nostra è maledettamente sbagliato e controproducente.
i)        Dormire col piumone in agosto fa veramente strano, ma è fichissimo!
j)        Uno dei colori preferiti nell’abbigliamento sembra essere il rosso, che si tratti di scarpe, collant o cappotti.
k)      Si può percorrere i canali di Amsterdam in pedalò: ditemi se non è una citta avanti!!!
l)        Ci sono biciclette ovunque: allacciate ai pali, appoggiate alle case, pericolosamente in bilico oltre i parapetti dei ponti, abbandonate per terra in mezzo alla strada.
m)    Ci sono biciclette di ogni tipo, con collane di fiori che ti salutano dai cestini, da corsa oppure vecchie e decrepite, nere o multicolor, con sellini super ergonomici o molto semplici.
n)      Camminare, anche solo per 3 secondi, su una pista ciclabile non è affatto una buona idea
o)      Anche ad Utrecht esiste un gondoliere
p)      Io non sono fatta per salire sulle torri panoramiche et similia: arrivo in cima sulla terrazza panoramica e poi, quando mi rendo conto dell’altezza a cui sono, divento verde a pallini blu e rimango adesa alle pareti come una patella allo scoglio. Ergo: salire 850mila scalini su una scala a chiocciola larga un braccio per godere di una vista strepitosa e poi, una volta in cima, non guardare nemmeno un secondo di sotto non ha alcun senso.
q)      Utrecht è meravigliosa, un vero gioiello
r)       Il suono dei carillon delle chiese olandesi è delizioso!
s)       E’ sempre buona norma attraversare la strada o le piste ciclabili molto (e ripeto, MOLTO) velocemente. Le bici tendono a ignorare il passante che si palesa nel loro cammino e non accennano a frenare.
t)        Le barche-casa (o case-barche, come preferite) che abitano i canali di Amsterdam sono assolutamente, decisamente, maledettamente meravigliose!
u)      Il dittongo “ui” si legge “ai”, la “v” si legge “f” come in tedesco, la “g” si legge “k” e il “gh” si legge “ch” (aspirato). Ne consegue che: Rembrandt Huis si legge Rembrandt Hais e Vincent Van Gogh si legge Finsent Fan Kochhhhh. (Sembrano cazzabubbole, ma sbagliare anche solo una vocale può portare a fatali errori. E noi ne sappiamo qualcosa!)
v)      I pancake sono buoni ma peeeeeeesanti
w)    I cibi pronti che si trovano nei supermercatini sono magicamente buoni
x)      In Olanda producono succhi di frutta dai gusti futuristici, ma superlativi. Tipo fragola basilico! (Giuro che era basilico!). Strepitoso! Oppure arancia kiwi prezzemolo. Geni!
y)      Quando in Olanda c’è il sole sembra proprio di stare in quadro ad olio fiammingo
z)     Amsterdam è la patria ideale per i miei capelli. Può piovere, fare vento, esserci nebbia ma i miei capelli restano sempre lucenti e, soprattutto, DRITTI. Ecco, se abitassi là potrei dire addio alla piastra :D    Ho ufficialmente eletto Amsterdam “capitale europea frangia friendly” :D
Vogliano lorsignori e lorsignore perdonare l’assenza di immagini, ma la qui scrivente deve ancora riversare gli 8 GB di foto dalla schedina all’hard disk. Shame on me.
 

4 Responses to >Andando ad Amsterdam (e Utrecht) ho notato che:

  1. Laura says:

    >Dovrei proprio tornarci ad Amsterdam, ci sono stata a 8 anni… e con sto caldo sto sognando il freschetto che ci sarà lì.
    E comunque… qui si vogliono le foto! :)

  2. La Francese says:

    >bentornati! ottima scelta il nord europa con questi caldi! sembra stato anche un giro molto ampio e super interessante! ^_^

  3. Nega Fink-Nottle says:

    >@ Laura: concordo, devi tornarci :D per le foto mi sto attrezzando, ci sono quasi :D

    @ La Francese: grazie!! ^__^ il giro in effetti è stato ampio, praticamente abbiamo fatto il Gran Tour :D

  4. It is up to you to decide whether to pay for branded drugs or buy cheap generic .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: