>Di cartelli, vetrine, insegne giapponesi

>

Sì, lo so. Avevo detto che non avrei pubblicato nulla in attesa di rimettermi in sesto. E invece non ci sono riuscita.
D’altronde non posso certo passare tutta la giornata a leggere manga… 
…o sì?
Beh, in ogni caso ecco qui una carrellata di foto dedicata ai cartelli stradali, le vetrine e le insegne incontrate in Giappone. Perchè anche in particolari come questi, che potrebbero sembrare banali, ho trovato tracce di deliziosa nipponicità. 
Buona giornata :)
Insegna posta sopra un negozio nel quartiere dello Tsukiji Fish Market di Tokyo. Un pescione decisamente ragguardevole!
Vetrinetta posta sul retro di un Kiosk alla stazione della metro di Ueno. Sono esposti tre tipi di biscotti in vendita, con tanto di sezionamento per mostrare il ripieno. La bambolina rappresenta la trasposizione figurata delle hostess che lavorano sugli shinkansen e che portano il carrellino con cibo e bevande. Sempre con il sorriso, ovviamente.
Vicino al Palazzo Imperiale di Tokyo: un cantiere con un cartello in cui viene spiegato, in maniera squisitamente giapponese, cosa sta succedendo oltre la recinzione.
Sempre lo stesso cantiere, un’altra vignetta.
Febbre da Mondiali: un enorme cartellone che ritrae Uchida, all’ingresso del Sony Building di Ginza. Con un po’ di fatica (date le difficoltà linguistiche) riuscii a farmi spiegare dalla commessa del primo piano chi fosse quel giocatore che vedevo ovunque. Molto gentilmente mi scrisse il nome su un bigliettino, perchè mi fosse più facile capirne il nome. E con quel bigliettino mi recai al chioschetto di merchandising della stazione di Ueno, per acquistare la sua maglia… ma il costo si rivelò proibitivo -___-”
Febbre da Mondiali #2 : un edificio di Shinjuku con gigantografia del giocatore Marcus Tulio Tanaka
Quando un intero edificio si trasforma in insegna luminosa :) Quartiere di Akihabara
Shibuya 109: 8 piani + 2 interrati dedicati alla moda femminile. Da restare a bocca aperta!
Un semaforo e un cartello stradale indicante il quartiere di Ginza, mentre il cielo è ancora avvolto dall’umidità del mattino
Vicino al Palazzo Imperiale di Tokyo: guanti bianchi e un cartello retto a mano raffigurante (forse) una corsa ippica.
Particolare della pavimentazione di un soprapasso vicino alla Tokyo Tower. Adorabile!
Sempre a Ginza, cartellone luminoso proprio di fronte all’uscita della metro.
Omotesando, la fashion avenue di Tokyo :)
Graziosi personaggi all’ingresso di un Konbini a Fujinomiya, alle pendici del Fuji
Stazione di Kyoto: Astro Boy indica la via per l’entrata al museo dedicato ad Osamu Tezuka
Una lanterna indica l’ingresso ad una sala da the, nel quartiere di Gion a Kyoto
Ancora Gion :)
Nara: un cartello per allertare gli automobilisti. Pericolo attraversamento cervi, che ovviamente hanno la precedenza su tutti i veicoli. (A Nara i cervi passeggiano indisturbati, in un prossimo post vi dirò di più)
Castello di Himeji: un simpatico omino spiega agli avventori che il castello riaprirà nel 2011, almeno a giudicare dalla traduzione inglese posta dietro al cartello. Ma non ci sarà scritto anche qualcos’altro? :)
Isola di Miyajima: attenzione divinità particolarmente “incazzosa”
P.s. Non avendo Facebook, non ricevo gli aggiornamenti in tempo reale della bellissima pagina di Giappone Mon Amour . Leggo solo ora di un post su un curioso cartello che appare sulla linea della metro Tozai.
Mi scuso con Laura per la similitudine di post, anche se involontaria, e vi consiglio di seguire non solo il suo blog, ma anche la sua deliziosa pagina Facebook :)
 

10 Responses to >Di cartelli, vetrine, insegne giapponesi

  1. AnnMeri says:

    >*0* Voglio andare in Giapponeeeeee!

  2. tiziana says:

    >Che favola questo post. Bellissima la bambolina-hostess come tutte le foto che testimoniano le abitudini di questo bellissimo paese. Hai fatto bene a scrivere, se non ti distrai così, che altro si potrebbe fare quando ti prendi un malessere di questo tipo. Ciao gianduiotta curati.

  3. automaticjoy says:

    >Che meraviglia un paese in cui anche le insegne meritano di venire fotografate! (anche se il pesce gigante è abbastanza spaventoso)
    Riguardati mi raccomando!

  4. Laura says:

    >ma che meravigliaa!
    mi raccomando, guarisci presto!

  5. TheGirlwiththeSuitcase says:

    >Molto interessante questo post, ci porti così lontano… grazie. :-)

  6. Marica says:

    >vero, alcuni cartelli/insegne in giappone sono proprio belli… sembra di stare dentro un fumetto :-)
    i due koala non li avevo visti, sono bellissimi!!!

    quindi non avete visitato il castello di himeji? beh, non vi siete persi niente, per noi e' stata l'esperienza piu' brutta in giappone, anche perche' era tipo giorno di festa per loro e abbiamo trovato una fila incredibile.. e tutta la visita al castello era un'enorme serpentone umano di persone… e no, non ne valeva la pena :-/

    ma come non hai facebook? :-/

  7. Chiara says:

    >Mi piace il pavimento! Mai visto uno del genere.
    E poi l'idea di sezionare il biscotto per far vedere che com'è dentro ed esporlo… geniale!

  8. Giappone Mon Amour says:

    >Ma figurati! E poi comunque che male ci sarebbe? Sarebbe anzi utile per guidare chi e' interessato ad approfondire il tema. :*****
    Io ADORO le tue fotografie.
    Ma tu devi guarire presto oppure mi arrabbio XD
    Bacini, Laura

  9. Nega Fink-Nottle says:

    >@ AnnMeri: spero potrai andarci prestissimo, è tutto stupendo!! *__*

    @ Tiziana: grazie cara!! Eheheh, in effetti sto un po sclerando dopo tutti questi giorni a casa XD

    @ automaticjoy: io quando l'ho visto sono rimasta così O__O forse in foto fa impressione, ma dal vivo l'ho trovato bellissimo! Sembrava vero!!!

    @ laura: grazie grazie ^^

    @ thegirlwiththesuitcase: eheheh, ogni tanto faccio un flashback al Giappone :) Mi sono resa conto di aver milioni di particolari da raccontare :D

    @ Marica: eh no, ci ho passato 3 mesi nel 2007 ma poi mi sono disiscritta :D
    Davvero non ti è piaciuto Himeji? :( certo visitarlo con migliaia di persone non dev'essere un'esperienza che guida alla calma, però sembrava stupendo da fuori! Noi quel giorno abbiamo preso tanta di quella pioggia… se riusciremo a tornare in Giappone il prossimo anno, proveremo a visitarlo. Così poi ti saprò dire le mie impressioni ;)

    @ CHiara: perchè non hai visto le riproduzioni in plastica del cibo, fenomenali!!Mi hai fatto venire in mente che ci devo scrivere un post! :)

    @ Giappone Mon Amour: grazie!!! ^___^ E cmq sono quasi (quasi) guarita :D Ancora un paio di giorni e dovrei essere tornata in forma :*:*:*

  10. You don’t have prescription for but need to get one?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: