>Il sabato della montagna: Selva di Cadore, Passo Giau (anche in notturna!), Pocol e Lago di Misurina

>

Il sabato della Compagnia della Marmotta è iniziato sotto i migliori auspici. Cielo tersissimo, atmosfera limpida (e gelida) e risveglio con la vista della Marmolada dalla finestra.

Poi colazione a base di torta fatta in casa e brioche, preparata dalla simpaticissima Sara del Garnì Ongaro.

Il piano della giornata prevedeva inizialmente la salita sulla Marmolada ma il vento forte ha fatto desistere i tre amici che hanno pensato non fosse proprio divertentissimo ballare la rumba sul vagoncino della funivia. Si sono così mossi inizialmente a salutare il Passo Giau dove però il vento era altrettanto forte e dove hanno resistito pochi minuti, prima di perdere definitivamente l’uso della mani. Hanno però fatto in tempo a vedere gli snow kyters in azione (il che vi dà una vaga idea di quanto vento ci fosse) e di  gustarsi il panorama in un’atmosfera limpidissima.

Dopo il Passo Giau si sono spostati verso il ben noto Passo Falzarego

e da qui si sono diretti verso il Rifugio Valparola per rifocillarsi con un lauto pranzo a base di polenta e soppressa, nonché tagliatelle al ragù. Ben zavorrati si sono quindi diretti verso Pocol,  dove la pestifera ha trovato il modo di affezionarsi all’ennesimo esserino peloso a quattro zampe. Poteva forse essere altrimenti??

Dentro al Sacrario Militare

Cortina dall’alto

Da lì si sono spostati verso il Lago di Misurina, al quale non si nega mai una visita.

La gianduiotta ha così potuto vedere il lago sotto una veste nuova, ossia completamente invisibile sotto una coltre di neve e ghiaccio. E ha provato l’insolita ebrezza di camminare “sulle acque” nella speranza che il ghiaccio non si rompesse facendole fare un simpatico tuffo rigenerante.

Guarda di qua e fotografa di là, il tempo è volato e i tre pinguini si sono ritrovati all’imbrunire, sempre più centrifugati dal vento.

L’idea iniziale era di andare a Lienz e fare un giro nella simpatica cittadina austriaca, ma il timore di trovare al ritorno in  tarda serata il Passo Giau ghiacciato li ha fatti desistere.

Hanno scollinato brevemente a Sillian, giusto in tempo per vedere lungo la strada San Candido illuminata a presepe, e poi sono ritornati verso il Garnì. Hanno però ancora fatto una breve sosta al Giau dove sono rimasti letteralmente a bocca aperta osservando il cielo. La totale assenza di luci, infatti, rendeva visibili una miriade di stelle: uno spettacolo davvero pazzesco.
Di cotanta meraviglia ci rimane un’immagine scattata da Baffetto, posizionando la macchina fotografica con il mini cavalletto sul tettuccio dell’auto. 

Anche la pestifera ci ha provato, ma aveva così freddo che il tremore delle mani ha prodotto una bellissima immagine mossa.
Idem con patate il tentativo di fotografare Cortina illuminata. Guardate che capolavoro! Potremmo intitolarla “Stelle filanti”.
Un capolavoro, neh??
Ad esperimenti finiti i tre amici si sono quindi diretti verso Selva di Cadore, dove terminare la giornata tra pizza e chiacchiere. L’indomani li attendeva la Marmolada, ma questo ve l’ho già raccontato : )
 

5 Responses to >Il sabato della montagna: Selva di Cadore, Passo Giau (anche in notturna!), Pocol e Lago di Misurina

  1. AnnMeri says:

    >Bellissime foto come sempre ^^
    Spero in tempi migliori per un viaggetto sulle montagne ^^

  2. automaticjoy says:

    >Che meraviglia le stelle in montagna, ricordo da piccola di avere visto la Via lattea, bianchissima, cosa praticamente impossibile in qualunque altro posto. Viene voglia di trasferircisi a tempo indeterminato, in barba al freddo e al vento!

  3. Clyo says:

    >Belle foto! Non preoccuparti per quelle notturne: è sempre un casino farle, io di solito ne faccio 100 per salvarne 3 ;)

  4. automaticjoy says:

    >P.s: il tuo blog ha vinto un premio :)

  5. perlinavichinga says:

    >che meraviglia il lago ghiacciato! anche io mi sarei innamorata del gatto grassoccio =)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: