>La pestifera ne “Le bizzarre avventure nella Valle degli Orti”

>

Ieri la Pestifera ha fatto il suo ingresso nel magico mondo dell’ortolaggio. La primavera è pressochè arrivata ed è quindi tornato il momento della semina e della coltivazione, dopo i rigidi (si fa per dire) mesi invernali.
Lei che, in quanto a fiori e piante varie, ha il pollice nero. E che ha raggiunto il climax della coltivazione quando, in terza media, ha seminato i fagioli in terrazzo come esperimento ordinato dalla prof di scienze.
Ma d’altronde una piccola scusante c’è: lei è topo di città e il massimo appezzamento verde che poteva trovare a Torino era l’aiuola dei giardinetti vicino a casa. In più i nonni non disponevano di villette di campagna e la sua carriera di latifondista è stata perciò stroncata sul nascere.
Quale occasione migliore, quindi, per intraprendere la sacra via dell’aratro se non aiutare Super Alice, ossia la genitrice di Baffetto, sul campo? Ad onor del vero bisogna però dire che la profferta di braccia aggiuntive non è giunta proprio spontaneamente dalla Gianduiotta. Diciamo che la necessità ha smosso la naturale pigrizia della piemontese che ha quindi deciso di seguire il paziente Baffetto anche in questa nuova attività. D’altronde non avrebbe resistito a stare in casa, mentre tutti erano fuori a lavorare!
Imbacuccata come un procione tisico, si è quindi avviata sul campo in compagnia dei suoi due cognati e di una certa inevitabile ansia da prestazione. Qui sono stati spartiti i lavori e lei ha iniziato con un riscaldamento light: piantare rametti per delimitare l’area dove erano stati seminati i piselli.
Una volta appurato che ce la poteva fare e che non era già morta di stanchezza, si è quindi passati alla semina dei fagioli.
Ma è solo nella seconda parte della mattinata che è iniziato il vero divertimento della Pestifera. Quando, con un’espressione dipinta in volto che diceva “Sì va beh, ma quando si incomincia per davvero?”, ha ufficialmente chiesto di poter essere ammessa nel clan dei tagliaboschi.
Ed è qui che ha finalmente dato il meglio di sè stessa. Ha prima aiutato Baffetto e i cognati mentre tagliavano tronchi con la sega elettrica e poi ha iniziato la sua personalissima attività di affettamento rami e tronchetti, dotata di apposito seghetto. Iniziali attimi di “Ommioddiosecontinuocosìmisistaccaunbraccio”, seguiti dai successivi “Machimifermapiùsonoladeadeldisboscamento”.
Ma il vero apice l’ha raggiunto quando ha iniziato a tagliare i rami più piccoli a colpi di accetta. Praticamente un’invasata che vagava per il campo alla ricerca di rami da abbattere. L’hanno dovuta fermare sparandole un calmante con il fucile, come si fa con gli orsi. Altrimenti sarebbe andata avanti fino a sera, sventagliando colpi di accetta a destra e manca, disboscando tutto il disboscabile.
Insomma, la Pestifera si è divertita veramente un sacco ed ha scoperto come questo tipo di attività scarichi i nervi molto meglio che un’ora su un tapis roulant. Pensava  che questa mattina avrebbe percepito la presenza di muscoli insospettabili cosparsi per il suo fisico da domatrice di criceti e invece la situazione è decisamente promettente. Ha qualche doloretto scendendo le scale, ma le braccia sono utilizzabili al 100%. Son soddisfazioni!
Si prospettano quindi domeniche agricole di tutto rispetto. La prossima settimana la Pestifera potrebbe arrivare al livello 2 e provare anche la sega elettrica. No dico: la sega elettrica.
La mutazione è definitivamente avviata: se un giorno la vedrete transitare vestita con una camicia flanellata a quadrettoni e jeans sporchi di terra, saprete il motivo.
La gianduiotta Ortolana
 

30 Responses to >La pestifera ne “Le bizzarre avventure nella Valle degli Orti”

  1. Tiziana Bergantin says:

    >Io continuo a pensare che le bizzarre avventure della nostra Nega potrebbero starci su una rivista umoristica e poi magari ci starebbe anche, scrivere un libro. Detto questo il procione tisico è da vedere, assolutamente. Un bacio cara

  2. Laura says:

    >La sega elettrica?
    Ma sei sicura?
    Mi raccomando, non vorremmo mai una gianduiotta al pronto soccorso!

  3. Clyo says:

    >Bravissima! Vedrai che sarà davvero un buon modo per alleggerire un po' la mente dallo stress quotidiano.

  4. Jackie says:

    >sei troppo forte! :)

    vista l'assenza di orti nei paraggi, ma sentendomi agricola lo stesso…mi sa che tra qualche mese mi esibirò nella raccoltà delle albicocche (alè!) .-)

  5. automaticjoy says:

    >Ti immagino con la sega elettrica in mano e preda di un improvviso desiderio di distruzione… attenta, quell'oggetto dà deliri di onnipotenza!
    Scherzi a parte vedrai che soddisfazione quando mangerai la verdura che hai contribuito a coltivare!

  6. AnnMeri says:

    >Mi sono divertita un sacco ascoltando le tue gesta eroiche con in braccio una sega elettrica XD

  7. Acalia says:

    >Bellissimo, la sega elettrica mio nonno non ce l'ha mai avuta, solo asce accette e seghe, che ha maneggiato lui fino alla fine. I lavoro manuale fa sempre benissimo per scaricare lo stress, specialmente se è lavoro di distruzione manuale ^^

  8. Carla says:

    >Ahahah sei un mito! Però la sega elettrica proprio no, cioè, ricorda che ti sei intortata per le scale qualche giorno fa. Pensa se ti fossi intortata con una sega elettrica (sgrat sgrat – sia mai…)

  9. Sika says:

    >Mitica Micaela! Ma ti prego: la motosega meglio di no che ti vogliamo tutta intera alla prossima pizzata!! :* E… complimenti per il blog, davvero simpatico!

  10. Acalia says:

    >Tra l'altro ti ho insignita di un premio, spero che ti faccia piacere riceverlo ^^

  11. perlinavichinga says:

    >se è utile per scaricare lo stress, fammi un fischio al prossimo giro =)

  12. Diana Ervas says:

    >Cou Cou… il tuo blog è molto carino, l' ho scoeprto solo ora e mi piace! Lo aggiungo ai blog che piacciono a me! Passa a trovarmi se ti va! Ti aspetto

  13. Nega Fink-Nottle says:

    >Eheheheheh, troppo gentile!! :D
    Mai dire mai, comunque XD Magari un giorno mi viene anche voglia di scrivere un libro pestifero :D
    La prossima volta Baffetto immortalerà il procione tisico :D

  14. Nega Fink-Nottle says:

    >Massì, dai, ci provo :D
    Più che altro, agile come sono, potrei fare andare qualcun altro al Pronto Soccorso XD

  15. Nega Fink-Nottle says:

    >Eh sì! Poi raccogliere qualcosa che si è seminato con le proprie mani dà tanta soddisfazione :D

  16. Nega Fink-Nottle says:

    >Eheheheh,grazie!!!! ^^ :*
    Bella la raccolta delle albicocche!!! :D A me piace un sacco raccogliere la frutta!! ^__^

  17. Nega Fink-Nottle says:

    >Uhauahuahuah, ma sai che hai ragione!! Nessuno osava contraddirmi mentre brandivo la motosega XD

  18. Nega Fink-Nottle says:

    >XD La prossima volta corredo anche con le foto XD Ocio!!! XD

  19. Nega Fink-Nottle says:

    >Wow, che in gamba il nonnino!! :) )))
    Eh sì, hai proprio ragioni sui lavori di distruzione XD

  20. Nega Fink-Nottle says:

    >Muhahahahahahahahaha XD Il tuo ragionamento non fa una piega XD
    Però quanto sareste fieri di me, se io imparassi ad usare la motosega??Eh??? :D DD
    :*

  21. Nega Fink-Nottle says:

    >Ma ciaooooo!!! ^^ E grazie per essere passata a leggermi!!! :***
    Dai, prometto che sto attenta XD E poi sarò sotto la supervisione di Baffetto e dei miei adorati cognati! :D
    Dici che non basta? XD

  22. Nega Fink-Nottle says:

    >Chi dove come quando??Arrivo a vedere e grazie!!!! ^___________________^

  23. Nega Fink-Nottle says:

    >Perbacco, assolutamente!!! :D

  24. Nega Fink-Nottle says:

    >Ehilà, benvenuta!!! ^__^
    Wow, mi leggi addirittura dal Nicaragua :D
    Grazie per seguirmi e ricambio molto volentieri!!! ^__^

  25. Ciccola says:

    >Ahahaha troppo forte!
    Che invidia, io posso solo "sfogarmi" con le piante da balcone, giusto quando è ora di potare qualche bonsai o tentare di riesumare qualche pianta grassa che ha patito il freddo invernale. Non c'è paragone! (Comunque NO, la sega elettrica NO, TI PREGO! Mi fa paurissima!!)

  26. Nega Fink-Nottle says:

    >Wow!Hai dei bonsai? Spiegami il tuo segreto!!!
    il mio è tristemente morto dopo poco, sigh! :(
    Che tipi hai? :) ))) Io li adoro!! *__*

    No alla motosega? :D Dai va bene, ci penso su :D

  27. Ciccola says:

    >Il mio segreto: tanto amore! Ci ho messo una vita e il mio pollice nero ora sta quasi virando al verdognolo…^^
    Ne ho 4, due ficus ginseng, uno di cui non ricordo il nome e l'ultimo arrivato: un ulivo!! Prima o poi dovrò mettere le foto sul blog…

  28. viagra_sale says:

    Missed Dose should be used wh en needed and there for you are not likely to miss a dosage.

  29. viagra_sale says:

    What will be the new generic name for .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: