Welcome to Miami, Bienvenidos a Miami!

Ci risiamo. La Pestifera sta affogando tra le carte.

Le sono arrivati 11 container a ciel sereno. Così, senza nemmeno un preavviso, una cartolina, un “fuggi, prima che sia troppo tardi”.

Le cartelline si stanno accumulando sulla sua scrivania come tanti piccoli mattoncini colorati: c’è il verde fastidio, il rosa stravecchio, l’azzurrino smorto e il giallino stanco. L’ordine che era riuscita a stabilire l’altra settimana, quando era tutta immersa nel pensiero positivo, è già andato a farsi benedire.Non è un caso che il suo attuale desktop sia rappresentato dall’urlo di Munch…

Inizio di settimana piuttosto impegnativo, quindi. Ieri un principio di influenza, ben condito dalla temperatura tropicale raggiunta nel suo ufficio: 28 gradi.

La gianduiotta era vestita come un procione che parte per il Polo Nord e invece avrebbe fatto bene a portarsi una t-shirt e un paio di infradito.

Ok che l’ufficio è soleggiato, ma non dovendo allevare uova di pitone le basterebbe anche un modesto 23 gradi…

Tra l’altro, in un momento di follia, l’ignara piemontese ha anche attaccato il condizionatore pensando che uscisse aria fredda… Sognava refoli di vento polare, senza sapere che il venerdì precedente gli omini del clima erano venuti a fare l’inversione e che, quindi, dalle bocchette dell’aria usciva calore. Un sentito grazie a tutti colori i quali hanno pensato bene di non avvisarla e che hanno tramutato i suoi abiti di ieri in un simpatico pigiamino dimagrante.

Non sto neanche a dirvi che la temperatura ha raggiunto i 31 gradi e che la gianduiotta ha aperto tutte le finestre dell’azienda per cercare di raffreddare l’ambiente…

Oggi non va meglio. Attualmente il termometro segnala 30,8 °C e, nei momenti di inedia e disperazione, la gianduiotta fa castelli di sabbia immaginari , sognando di crogiolarsi al sole su qualche spiaggia corsa. Se continua così, attaccherà sulla porta un cartello con scritto “Welcome to Miami, Bienvenidos a Miami!” e arrotonderà lo stipendio preparando Mojito al resto del personale.

Lato positivo della giornata è che sono arrivate le Bunny Shoes fatte dalle sante e geniali manine di Clyo! Non sono adorabili?? *___*

http://www.etsy.com/shop/AddictiveColors

Alla Pestifera tutti quei coniglietti che saltellano qui e là mettono tanta allegria! E se domani fa ancora così caldo, le inagurerà subito. Non vorremo mica aspettare la prossima primavera???

Insomma, giornatine per nulla facili. Se continua così, la gianduiotta si vedrà costretta a correre per due ore di fila nei prossimi giorni: unico rimedio contro la ienite acuta.
Sempre che qualche imbecille non decida di aprire la portiera dell’auto mentre sta passando, o che qualche cane non la trovi particolarmente appetitosa e inizi ad inseguirla come le è già successo. Ma questo ve lo racconto in un altro post…

Adesso scusate, ma la gianduiotta deve andare ad impiccarsi con il cavo del telefono. O, alternativamente, fuggire a nuoto dall’ufficio così da confondere le tracce e non farsi trovare mai più.

Un caro saluto da lei e dalle sue occhiaie.

 

7 Responses to Welcome to Miami, Bienvenidos a Miami!

  1. Clyo says:

    Nooo, non ti tuffare nelle acque “serenissime” che non mi pare siano proprio “pulitissime”… Al limite se fa così caldo puoi mettere le paperine anche in ufficio e metterti in tenuta primaverile fino a dicembre!
    Qui il tempo è bello, incomprensibilmente fa caldo anche di sera ma io ho pensato bene di farmi venire la febbre… sobh… almeno le scarpe sono arrivate e questo è anche il mio lato positivo della giornata!

    • Nega_FinkNottle says:

      In effetti potrei uscirne odorando di pantegana :-|
      Sisì, l’idea è proprio quella: quando sono qui posso mettermi in tenuta semi estiva, quando è ora di uscire mi cambio :D
      Mi spiace per la febbre invece :( :( :( guarisci presto!!! :*

  2. Carla says:

    Io non amo particolarmente le ballerine ma queste sono deliziose!

    Non ti abbattere, questo caldo finirà. E anche tutto il resto :)

  3. automaticjoy says:

    Non so se ti può consolare, ma per quanto riguarda supercaldo e condizionatori utilizzati in modo improprio posso capirti. Qui far cambiare l’aria aprendo le finestre non si usa, meglio tenere il condizionatore anche quando la temperatura esterna è identica a quella interna… misteri nipponici. Le ballerine sono splendide, te le invidio molto, quando torno voglio fare anche io acquisti nel negozio di Clyo!

  4. Su, su, non ti arrenderai mica per così poco? :-D
    D’altronde qualche piccolo inconveniente è il sale della vita, no? Altrimenti come faresti a scrivere questi post così fantozzianamente esilaranti?

  5. AnnMeri says:

    Direi che con quella temperatura le ballerine sembrano scarpe invernali! XD
    Bellissime!!!

  6. Ciccola says:

    Hai preso le scarpine con i coniglietti, che belle!!

    Ti dirò, siccome dove lavoro io non ho il riscaldamento, ti invidio un bel po’! Avessi 30 gradi lavorerei tutto l’anno in maglietta, senza dovermi presentare imbacuccata come i bambini in montagna…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: